giovedì 30 ottobre 2008

PROGRAMMA

CORSO TRIENNALE

Gli obbiettivi specifici del corso sono essenzialmente la conoscenza della tecnica, con i vincoli della progettazione, l'educazione al gusto, nel rispetto e nel potenziamento delle personali modalità espressive.
Dall'osservazione e dall'analisi del vero, dalla ricerca della forma e dei valori compositivi, dall'adattamento del soggetto prescelto alle peculiarità del mezzo si perviene al lavoro finito, sperimentando anche materiali e tecniche innovative.
Le composizioni presentate nascono da spunti originali, ma motivo ispiratore è stata anche la sede della scuola: il Castello Sforzesco.
Nellaboratorio si apprende prevalentemente la tecnica classica della vetrata, le cui fasi principali sono: taglio, piombatura, saldatura, stuccatura.

I ANNO

MIMESI VISIVA

° Rilievo dal vero inteso come capacità di lettura corretta dei volumi nello spazio e conseguente resa grafica e chiaroscurale

° Rilievo di composizioni di semplici forme geometriche solide

° Rilievo di composizioni più complesse con calchi di gesso, panneggio, forme tratte dalla natura

COLORE

° Il cerchio e la sfera cromatica

° Conoscenza della classificazione e possibilità combinatorie del colore

° Regole fondamentali della teoria del colore

° Le scale di desaturazione

° Colori di contrasto e di affinità

° Espressività del colore

FORMA E COMPOSIZIONE

° Analisi della forma attraverso lo studio degli elementi minimali espressivi: linee, forma,colore, strutture e spazi della composizione

° Significati espressivi nelle forme riferiti ai concetti di: statico, dinamico, ritmico, armonico, equilibrato, ecc.

° Studio della composizione ed avvio alla progettazione pittorica

Tutto il corso avrà carattere essenzialmente operativo; ogni concetto teorico esposto sarà sperimentato e verificato mediante esercitazioni pratiche , eseguite con le opportune tecniche (chiaroscuro a matita, colori a tempera o ad acquarello, inchiostri ecc.)

II ANNO

PROGETTAZIONE

° Analisi delle esperienze compositive

°Scelta del soggetto

° Progressioni dallo schizzo di partenza alla visualizzazione dell'idea definitiva

° Le varianti del colore

° L'adattabilità del bozzetto alle esigenze della tecnica

° Le sintesi formali

° Le sintesi critiche

° IL bozzetto definitivo (scala-presentazione)

TECNICA VETRATA

° Il riporto al vero

° Il taglio delle dime

° L'adattabilità dei colori del bozzetto con il materiale esistente

° Il taglio dei vetri

° La piombatura

° La saldatura

° La stuccatura

° La pulitura

VETRATA I

° Prima semplice realizzazione completa di opera secondo gli insegnamenti dei primi due moduli

III ANNO

VETRATA II

° Realizzazione della seconda opera con l'attenzione ai perfezionamenti tecnici ed espressivi seguenti:
- Ricerca e scelta del soggetto
- Analisi critica e confronti
- Ricerche parallele
-La scelta delle dimensioni
- Progressione dallo schizzo al definitivo
- Incidenza delle progressioni personali e importanza dell'unicità individuale
- Individualità e critica
- Le varie tecniche rappresentative
- Le combinazioni e le varianti cromatiche
- Le sintesi formali
- Il bozzetto esecutivo
- Pulitura e presentazione

VETRATA III

° Realizzazione di opera finale
- Tempi e durata del lavoro nel rapporto con la dimensione scelta
- Fasi esecutive (vedi vetrata I e II)

Nei tempi programmati sono possibili brevi sperimentazioni e varianti; è però consigliato il rimando di tutte le prove personali e della sperimentazione in genere agli anni liberi di perfezionamento

Nessun commento: